COR

Contenuti del sito

Menu di navigazione - Torna all'inizio


Contenuto della pagina - Torna all'inizio


Area Studenti e Laureati: prepararsi al lavoro

Il Curriculum Vitae e la Lettera di Presentazione sono strumenti importanti nella ricerca attiva di un lavoro e hanno lo scopo di farci arrivare preparati al primo colloquio di lavoro.
 

IL CURRICULUM VITAE

Si può definire come un biglietto da visita, una fotografia, di fatto un documento che ci rappresenta e racconta qualcosa di noi: chi siamo, cosa abbiamo fatto, cosa sappiamo e sappiamo fare…
La finalità del curriculum è ottenere un colloquio e non direttamente un lavoro: teniamo presente questa finalità mentre scriviamo il cv, ci aiuterà a mantenere una forma più snella ed efficace.

Come deve essere strutturato un cv efficace? Meglio un formato Europass o personalizzato?
E’ utile avere un cv in formato Europass. Potrebbe essere esplicitamente richiesto e necessario per candidarsi a un’opportunità, soprattutto per partecipare a bandi e concorsi pubblici.
Inoltre preparare un cv Europass è un buon esercizio per chi si sta cimentando per la prima volta nella redazione del proprio cv.
Il cv Europass, infatti, aiuta a capire quali informazioni sia necessario inserire, come organizzarle e quali terminologie utilizzare.
Di fatto il cv Europass potrebbe risultare, per sua natura, piuttosto corposo anche quando si riferisce a un profilo junior.
Per questo è utile preparare anche un formato personalizzato, più versatile.

Di seguito, indicazioni utili e risposte a domande che sorgono ogni volta che dobbiamo "mettere mano" al nostro C.V.
LINK scarica i suggerimenti del C.OR. e le FAQ per la redazione del CV seguento il formato Europass
 scarica i suggerimenti del C.OR. per la redazione del CV "personalizzato"
LINK scarica il CV formato EUROPASS
LINK scarica la "guida" per redigere il CV EUROPASS (estratto a cura del C.OR)

Inoltre, segnaliamo alcuni link utili per la redazione di un CV:
- Area Lavoro : raccoglie informazioni utili per la ricerca del lavoro in Italia e all'estero con offerte di lavoro, info su contratti e consigli per affrontare il colloquio di lavoro. Inoltre, il sito contiene una sezione ricca di linee guida per la stesura del CV e della lettera di accompagnamento.
- Frasario bab.la : alla sezione "Domande di Lavoro" sono raccolte numerose traduzioni di frasi ed espressioni utili per redigere un CV e una Lettera di Presentazione in lingua straniera. Le espressioni/frasi raccolte sono tradotte in ben 17 differenti lingue straniere. La consultazione è gratuita.
- Europa lavoro : alla sezione "Mi oriento" info e strumenti per orientarsi nel mondo del lavoro in Italia e all'estero. Il sito raccoglie informazioni utili in tema di formazione, impresa e lavoro e istruzioni per la compilazione del proprio CV.
- Europass : offre supporto a chi vuole trascorre un periodo in un altro paese europeo per motivi di studio o di formazione con istruzioni ed esempi on-line per la compilazione del proprio CV secondo modello Europass.
 

LA LETTERA DI PRESENTAZIONE

La Lettera di Presentazione viene anche chiamata “lettera di accompagnamento” o “lettera di motivazione”. Essa deve sempre accompagnare il curriculum e dare conto dei motivi per cui avete scelto di mandare la vostra candidatura.
Così come il CV va rivisto e adeguato al contesto di riferimento, a maggior ragione la lettera deve risultare autentica, unica, e capace di incuriosire e interessare chi la riceve.
Di seguito, utili suggerimenti sia per quanto riguarda i canali e i mezzi di invio della candidatura, sia per le diverse situazioni che un candidato deve affrontare e gestire.

Le indicazioni sulla lettera di presentazione sono state così organizzate:

1. Come trasmettere il CV e la lettera di presentazione?
Il supporto da utilizzare o il canale e il mezzo di trasmissione richiesto/scelto:
LINK lettera “classica”, stampata su carta da inviare tramite posta
LINK candidatura tramite e-mail
LINK compilazione di form on-line

2. Come trasmettere il CV e la lettera di presentazione?
Nella redazione della lettera di presentazione bisogna tener conto delle diverse situazioni:
LINK candidatura spontanea
LINK autocandidatura per uno stage
LINK risposta a un annuncio

3. FAQ sulla lettera di presentazione
Domande e risposte brevi sulla redazione della lettera di presentazione
LINK scarica le FAQ

ORGANIZZARE LA RICERCA DEL LAVORO

Abbiamo preparato gli strumenti (cv e lettera di presentazione) necessari per la ricerca del lavoro, abbiamo sviluppato la capacità che ci consente di impostare una rotta (autoconsapevolezza), non ci resta che trovare opportunità e proporre la nostra candidatura: organizziamo la ricerca.

La ricerca della tipologia di organizzazione e del contesto professionale che lo studente ritiene più adatti alle proprie esigenze può spaziare in ambiti molto diversificati sulla base del tipo di formazione universitaria:
il mondo “profit”, ovvero le aziende private e la loro diversificazione (le segmentazioni per tipologie di attività macro – produzione/servizi – e per settori, la dimensione e la collocazione sul territorio, …), gli enti pubblici e territoriali, la sanità e l’assistenza, l’ambito della formazione e della ricerca, il mondo no profit e le associazioni di categoria, la libera professione e/o gli studi professionali. Sono solo alcune categorie del diversificato mercato del lavoro.

1. Mappare destinatari e interlocutori:
Aziende: cerchiamo le aziende a cui siamo particolarmente interessati e conosciamole (web), verifichiamo le vacancies (nella sezione career site), se non ci sono opportunità aperte al momento recuperiamo un contatto per inviare un’autocandidatura.
Intermediari: agenzie per il lavoro e società di selezione gestiscono alcune fasi del processo di selezione (di solito il reclutamento e la pre-selezione) per conto di aziende clienti. Come abbiamo fatto per le aziende, cerchiamo le agenzie e le società di selezione e inviamo la nostra candidatura. Spesso viene richiesto di “registrarsi” gratuitamente al servizio, inserendo il proprio cv nella banca dati attraverso la compilazione di appositi form online. Sarà necessario completare l’inserimento dati in modo preciso e dettagliato. Una volta completata la registrazione, chiamate la filiale sul territorio più vicina o comoda per voi e fissate un appuntamento per un colloquio conoscitivo. Sarà l’occasione per presentarvi, arricchire la vostra candidatura, confrontarvi con un esperto del settore e raccogliere qualche suggerimento utile sul vostro curriculum e in generale sul mercato del lavoro.
Job boards (Monster, Infojobs…), job boards specializzati per settore e motori di ricerca/ aggregatori di annunci sono uno strumento utile per individuare opportunità professionali.
Piattaforma di jobplacement del proprio Ateneo (es. Portale AlmaLaurea): le piattaforme di pubblicazione annunci degli atenei raccolgono e veicolano opportunità di stage e lavoro direttamente rivolte ai propri studenti e laureati grazie al rapporto diretto tra università e azienda.
Un suggerimento generale: calibrare la ricerca in funzione del proprio progetto professionale, e vitiare i mass mailing, cerchiamo annunci allineati al nostro progetto professionale e comunque coerenti con le nostre capacità, esigenze e aspettative.

2. Tenere un diario di bordo:
Può essere un taccuino o un file Excel o altro ancora.
Sarà uno strumento prezioso per:
Monitorare la ricerca tenendo traccia delle aziende a cui abbiamo inviato il nostro cv, la posizione per cui ci siamo proposti o se ci siamo autocandidati, la data di invio, il contatto email del destinatario o se abbiamo fatto un online application (potrebbe essere utile in questo caso salvarla come memo). Questo lavoro ci renderà più consapevoli anche nel momento in cui verremo contattati da un’azienda per un colloquio, senza dover ripensare caoticamente a tutti gli annunci a cui ci siamo interessati e proposti.
Migliorare la ricerca rivedendo le informazioni dettagliate nel nostro diario di bordo. Consentirà di aggiustare il tiro e apportare modifiche alla strategia utilizzata per ricercare lavoro, qualora risultasse inefficace e improduttiva.
Osservando il lavoro tracciato nel diario di bordo arà possibile ad esempio organizzare un lavoro di garbata richiesta riscontro per quelle candidature inviate ad aziende o per posizioni a cui siamo particolarmente interessati, ma di cui non abbiamo avuto notizie.
Possiamo, dopo un tempo ragionevole, rinnovare l'interesse e la disponibilità per un’opportunità, inviando nuovamente la candidatura facendo riferimento al precedente invio oppure verificare direttamente con l’azienda se i contatti utilizzati per inviare una candidatura spontanea sono corretti o se ci sono in azienda altre persone di riferimento per le attività di recruiting. In questo caso occorrerà essere sempre molto precisi e formali sia nella presentazione che nella contestualizzazione di eventuali richieste.


contatore sito web